SANTUARIO DELLA SCALA SANTA CAMPLI

Istituita a Campli il 21 gennaio del 1772

Parrocchia di Campli

Mettiti in contatto con Don Adamo.
Contatti →
scala santa campli
SANTUARIO DELLA SCALA SANTA

La Scala Santa venne istituita a Campli il 21 gennaio del 1772 grazie ad un Privilegio Pontificio di Clemente XIV...

Leggi dettagli →

santa maria in platea campli
CATTEDRALE DI S. MARIA IN PLATEA

La cattedrale di S. Maria in Platea prende nome dalla scultura in pietra posta sul portale attribuita a Gianfrancesco Gagliardelli...

Leggi dettagli →

chiesa di san francesco campli
CHIESA DI SAN FRANCESCO

La costruzione della Chiesa risale presumibilmente intorno al 1227. Essa è in stile romanico-francescano, secondo i canoni di povertà...

Leggi dettagli →

NEWS & EVENTI

SANTUARIO DELLA SCALA SANTA

scala santa campli

La Scala Santa venne istituita a Campli il 21 gennaio del 1772 grazie ad un Privilegio Pontificio di Clemente XIV. Il merito va sicuramente al gran lavoro diplomatico dell'allora Priore dell' Arciconfraternita delle Sacre Stimmate di San Francesco, l'avv. Giampalma Palma, padre dello storico Niccola. L'edificio sacro è costituito da 28 gradini in legno da salire rigorosamente in ginocchio, per la remissione dei peccati. Coloro che effettuano il rito, ricevono l'Indulgenza Plenaria con lo stesso valore dell'omonima Scala di Roma. Il santuario "camplese",oltre al valore religioso, racchiude in sé un elevato senso artistico e culturale: sulla Scala di ascesa, come in quella di discesa, il penitente ripercorre "metaforicamente" la Passione, la Morte e la Resurrezione di Cristo, attraverso la lettura delle immagini raffigurate dalle sei grandi tele poste ai lati. Sulla sommità della Scala vi è una grata che conduce al Sancta Sanctorum, vero cuore del Santuario. Al suo interno vi sono custodite alcune schegge della Croce di Cristo oltre a numerose reliquie conservate in artistici reliquiari di scuola napoletana. La Scala di discesa presenta colori più vivi e accesi per rievocare la Resurrezione di Cristo e ad indicare simbolicamente la purificazione del fedele in seguito all'Indulgenza ottenuta. L'intero ciclo pittorico venne affidato alla maestria dell' artista teramano, Vincenzo Baldati, che ultimò i lavori nel 1781. Il Santuario "camplese" è particolare nel suo genere: è incentrato interamente sulla Passione di Cristo. Per tale motivo il 14 gennaio 2000 il Pontefice San Giovanni Paolo II concesse una nuova Bolla Papale, promulgando l'Indulgenza a tutti i venerdì di Quaresima, oltre alle Indulgenze già istituite nel 1700. 

Indulgenza plenaria terza domenica di pasqua

Dai primi vespri (sabato) ai vespri del lunedì solennità di pentecoste

Dai primi vespri (sabato) ai vespri del martedì terza domenica di settembre

Dai primi vespri (sabato) ai vespri del lunedì ultima domenica di ottobre

Dai primi vespri (sabato) ai vespri del lunedì tutti i venerdì di quaresima

Tutti gli altri giorni l’indulgenza parziale

AREA DOWNLOAD

Scarica il materiale messo a disposizione dalla parrocchia.

Calendario Novena

Appuntamenti Parrocchiali

DONAZIONI

sostieni la parrocchia di campli

Offri il tuo contributo

Per la tua donazione usa il Bonifico Bancario intestato a PARROCCHIA S MARIA IN PLATEA CAMPLI

IBAN IT51U0606076780CC0130050233


VERSI DELLA BIBBIA

Ora dunque rimangono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità. Ma la più grande di tutte è la carità! 1 Cor 13,13